Se pensi di avere il pene piccolo, probabilmente ti sarai già informato un po’ sull’argomento. E avrai letto di tutto e di più. C’è chi dice che l’allungamento del pene non è possibile, chi ti spiega che invece è possibile solo attraverso una rischiosa operazione chirurgica, chi ancora ti promette di spiegarti come allungare il pene nel giro di una notte e senza sforzo.

E so anche come ti sentirai, perplesso, dubbioso e confuso. Ti assicuro che è perfettamente normale vista la confusione che c’è riguardo all’argomento, e che oggi cercheremo di dissipare definitivamente. Vedremo infatti che l’allungamento del pene è possibile, ed anche relativamente facile, a patto che si conoscano i giusti metodi ed i giusti esercizi.

In questo articolo farò quindi chiarezza sull’argomento, spiegandoti quali sono i metodi che non funzionano e quelli che invece funzionano. Ti rivelerò poi come deve essere impostato correttamente un programma di crescita del pene. Infine ti parlerò dei tre esercizi più efficaci.

Iniziamo quindi e… buona lettura!

La verità sull’allungamento del pene

Ci sono principalmente due opinioni riguardo l’allungamento del pene. Da una parte medici e sessuologi spiegano che non è possibile e che quindi puoi tenerti il tuo pene piccolo che tanto non è un problema. Dall’altra invece, soprattutto su internet, si trovano prodotti miracolosi che ti spiegano come allungare il pene da un giorno all’altro.

Io ti dico che allungare il pene è possibile. Ma che non ci riuscirai se seguirai i consigli di queste due categorie: i metodi suggeriti infatti non solo spesso non funzionano, ma rischiano anche di procurarti più danni che benefici, anche se deciderai di non fare niente. Vediamo più nel dettaglio perché.

Operazione chirurgica

Qualche andrologo consiglia l’operazione di allungamento del pene in caso di micropene (o micropenia), ma si tratta di metodi piuttosto sperimentali e che non sempre hanno buon esito. Molti medici, infatti, la sconsigliano. Il mio consiglio è, a meno che non soffri di qualche patologia specifica, di lasciar perdere questi metodi, i cui effetti collaterali potrebbero superare di gran lunga i benefici apportati, rendendo vana l’operazione.

Sviluppatori per il pene

Vista la scarsa efficacia dell’operazione chirurgica, si sono facilmente diffusi gli sviluppatori per il pene, degli attrezzi che estendendo il pene dovrebbero permettere un suo allungamento. Si tratta però di metodi costosi, e che possono portare a spiacevolissimi effetti collaterali. In sintesi, quindi, ti sconsiglio questi attrezzi se vuoi imparare come allungare il pene.

Pillole per allungare il pene

Anche in questo caso ti confermo che si tratta di rimedi assolutamente poco efficaci. Forse queste pillole per allungare il pene male non fanno essendo composte da sostanze naturali, ma è persino sciocco credere che una pillola consenta al pene di allungarsi. Soprattutto poi da un giorno all’altro, come i produttori di questi rimedi quasi sempre pubblicizzano.

Come ti dicevo, non devi tuttavia rassegnarti. Esiste un metodo, ormai sperimentato su milioni di uomini, che permette un allungamento del pene efficace, sicuro e naturale. Si tratta di una tecnica che si basa sugli stessi principi dell’allenamento in palestra, ma che viene adattato alle caratteristiche del pene, come vedremo nel resto di questo articolo.

Il metodo per allungare il pene

Vediamo quindi il metodo che personalmente utilizzo, e che ti consentirà di aumentare gradualmente le dimensioni del pene ed avere finalmente un pene grande che dia enormi soddisfazioni a letto alle donne.

Prima di iniziare, sfatiamo un mito. Chi sostiene che non sia possibile apprendere come allungare il pene, dice che questo non è un muscolo. Ebbene, questo è falso, perché il pene è anatomicamente composto per il 50% da tessuto muscolare liscio, un tipo di muscolatura diversa da quella, ad esempio, dei bicipiti, ma che può essere allo stesso modo allenata.

Come alleniamo i muscoli del corpo andando in palestra, ma anche il cuore ad esempio facendo fitness, così possiamo imparare come allenare il pene, seguendo più o meno gli stessi principi, ma con tecniche adattate a questo tipo di muscolo.

Il metodo che io insegno può essere suddiviso in 5 fasi, vediamole.

Fase 1: misurazione del pene

Questa fase ti sembrerà scontata, ma è molto importante imparare come misurare il pene, per due ragioni. Una misurazione accurata ti consentirà infatti non solo di capire il tuo stato di partenza rispetto alla media degli altri uomini, ma anche di monitorare i progressi nel tempo. Non si tratta di nulla di difficile, ma è importante che la misurazione venga eseguita bene.

Fase 2: impostazione di una tabella di allenamento

Una volta capita la tua situazione di partenza, è importante definire con esattezza gli obiettivi da raggiungere e stilare una tabella di allenamento. Questa tabella seguirà alcuni principi fondamentali, che ti consentiranno di massimizzare il risultato e di evitare tutti gli effetti collaterali che potrebbero capitare. Questa tabella comprenderà quindi le routine di allenamento, da seguire ovviamente con attenzione.

Fase 3: scelta degli esercizi di allungamento del pene

Una volta definito quante volte dovrai allenare il tuo pene, sarà il momento di scegliere gli esercizi giusti, in base agli obiettivi da raggiungere ed alle modalità di allenamento scelte. Ci sono tantissimi esercizi tra i quali scegliere, ma che possono essere sintetizzati in tre categorie di esercizi, che vedremo meglio di seguito. Gli esercizi, prima di essere eseguiti, vanno ovviamente imparati accuratamente, e poi eseguiti con costanza.

Fase 4: allenamento e controllo dei segnali del corpo

Una volta definito il tuo programma di allenamento e gli esercizi da fare, puoi iniziare ad allenarti. Come per ogni cosa, anche in questo caso è necessaria una personalizzazione, che farai imparando a conoscere i segnali che il tuo corpo ti invia. Si tratta questo di un punto molto importante, che ti consentirà di continuare a guadagnare centimetri giorno dopo giorno.

Fase 5: monitorazione dei progressi

A questo punto puoi iniziare a monitorare i progressi fatti nel tempo. Dovrai effettuare di nuovo le misurazioni, e confrontarle con quelle precedenti. In base ai risultati potrai quindi reimpostare la tua tabella di allenamento e scegliere esercizi man mano più avanzati, ricominciando il ciclo.

L’alimentazione contribuisce ad allungare il pene?

Prima di passare all’elenco degli esercizi, voglio parlarti di un fattore importante in questo ambito: l’alimentazione.

Lasciami dire subito che senza il giusto stimolo, l’alimentazione non gioca una parte realmente efficace nell’allungamento del pene. Si avrebbero, altrimenti, gruppi di uomini con un pene maggiormente sviluppato di altri grazie alla corretta alimentazione.

Purtroppo non funziona così. Senza il giusto stimolo dato dagli esercizi, l’alimentazione non è in grado di fornire da sola l’incentivo necessario a far allungare il pene in maniera soddisfacente. Anche in quei casi in cui la tua alimentazione è corretta a puntino, senza cibo spazzatura ed eventuali sgarri.

E’, però, possibile dire che una corretta alimentazione affiancata ad un buon allenamento (con i giusti esercizi, svolti nella maniera giusta) può sostenere maggiormente la crescita e lo sviluppo del pene. Cosa significa?

Ti svelo uno dei primi consigli veloci che appresi da un libro americano sull’allungamento del pene. Diceva che, come è ovvio che sia, più un uomo è grasso e meno vede il suo pene, sembrandogli più piccolo di quello che è. Di conseguenza, l’autore di quel libro mi consigliava di dimagrire (era soprattutto un consiglio per accrescere l’autostima).

Questo aneddoto, anche se banale, è utile per capire che per un apparato genitale in salute è meglio essere in forma piuttosto che in sovrappeso, o peggio obesi.

Cosa devi fare quindi?

Dirti che devi mangiare sano sarebbe riduttivo. Prediligi verdura e frutta assolutamente, almeno due volte al giorno la verdura e tre la frutta. Inserisci nella tua alimentazione carne e pesce, almeno due o tre volte a settimane di tutte e due le tipologie di cibo. Quindi riso e pasta a completare il tutto.

Cerca di evitare sgarri e cibi spazzatura, ovvero mantieniti in forma. Non sto dicendo che non puoi mangiare la pizza una volta a settimana, non c’è bisogno di essere esageratamente fiscali. L’importante è che inserisci i cibi che ti ho scritto sopra in maniera costante nella tua alimentazione.

Molte volte, infatti, è tipico mangiare solo un piatto di pasta perché si ha fretta. La carne e il pesce, così, vengono messi in secondo piano e mangiati molto raramente.

Anche i legumi sono una fonte non male, così come i latticini ogni tanto.

L’importante è non tralasciare mai la verdura e la frutta. Questi due cibi contengono veramente tanti micronutrienti come le vitamine, molto importanti per mantenersi in salute.

Gli esercizi di allungamento del pene

Ti starai allora forse chiedendo come allungare il pene attraverso degli esercizi pratici. Ebbene, si tratta questo di un argomento un po’ lungo, perché gli esercizi sono molti e vanno spiegati bene per essere affrontati nella maniera corretta, anche per evitare di farsi male. Ti parlerò quindi qui delle tre categorie di esercizi che ogni persona che vuole stimolare la crescita del pene e correggere il pene curvo, un inestetismo in alcuni casi fastidioso presente in circa un uomo su tre, deve conoscere.

Esercizi di Kegel

Questi esercizi sono la base di partenza per qualsiasi allenamento del pene. Gli esercizi di Kegel non ti permettono di aumentare direttamente le dimensioni del pene, ma contribuiscono in maniera fondamentale alla salute di tutto l’apparato genitale. Questi esercizi sviluppano infatti la muscolatura pelvica, responsabile del corretto funzionamento del pene.

Jelqing

Lo jelqing è uno degli esercizi più conosciuti per quanto riguarda l’allungamento del pene. Si tratta di un esercizio manuale, che permette un migliore afflusso di sangue in tutta la struttura del pene. Sebbene sia un esercizio molto semplice e piacevole, è necessario conoscere la tecnica giusta per ottenere risultati e non farsi male.

Stretching

Gli esercizi di stretching sono i principali responsabili dell’allungamento del pene. Sono esercizi che estendono la muscolatura liscia del pene, permettendone un graduale allungamento nel tempo. Anche in questo caso sono esercizi piuttosto semplici da eseguire, ma che richiedono la giusta attenzione nella tecnica di esecuzione.

Quindi, come allungare il pene naturalmente?

In questo articolo ho provato a darti una panoramica di tutto ciò che devi sapere riguardo i vari metodi ed esercizi su come allungare il pene. L’argomento, come avrai potuto capire, è un po’ lungo, e non potevo certo esaurirlo in un solo articolo di un Tutti. Come fare quindi?

Un consiglio che posso darti è questo: se desideri aumentare le dimensioni del tuo pene in modo repentino in vista di un rapporto sessuale prossimo, compra uno sviluppatore di pene.


Grazie agli sviluppatori per il pene, aumenterete la dimensione del pene, senza alcun intervento rischioso o metodo meccanico.
Ci vorrà solo un po’ di allenamento quotidiano, e la vostra potenza aumenterà a vista d’occhio, aumentando anche l’erezione durante l’atto sessuale.
Funzionano in maniera molto semplice: gli sviluppatori creano un effetto sottovuoto, facendo affluire maggior sangue all’interno del pene creando un ingrossamento dei vasi sanguigni, aumentando così le dimensioni del vostro pene.

Post correlati